Lo Scrittorio – Come funziona

Prezi - Regolamento

Oltre a leggere il testo del regolamento, ne puoi vedere una presentazione cliccando sull’immagine.

Un oggetto, un odore, un colore, un’idea, un’azione. Da qualsiasi parola può nascere una storia.
Ne Lo Scrittorio, ogni mese sarà stabilita una parola e, ogni mese, chiunque lo voglia potrà pubblicare un componimento di genere, lunghezza e tema liberi, purché vi compaia in maniera più o meno significativa la parola del mese. Lo scopo è quello di imbastire discussioni di confronto e critica su più livelli tra i vari utenti del gruppo.

Per favore, unicamente per questioni di ordine, è necessario leggere il regolamento prima di pubblicare un testo.

SI PREGA DI NON APRIRE DISCUSSIONI DI ALTRO GENERE, tutto ciò che esula dai testi e dai relativi commenti può essere pubblicato nell’apposita BACHECA.

REGOLAMENTO COMPLETO

Lo Scrittorio nasce dall’idea che qualsiasi parola (aggettivo, sostantivo, verbo, etc.) possa ispirare un testo di qualsiasi genere. Ogni mese, nello Scrittorio si “estrae” una parola: chiunque può scrivere un componimento traendo ispirazione da quella parola, che dovrà comparire nel testo in maniera più o meno significativa (ad es., se la parola è “fede” questa può essere sia il principale tema di un racconto, sia un semplice anello al dito di uno dei personaggi, purché in qualche modo la parola “fede”, in qualsiasi sua accezione, compaia nel testo).
Estrazione della parola del mese.
Alla fine di ogni mese, nella discussione Parola del mese (che trovate in Bacheca), chiunque può candidarsi per proporre la parola del mese successivo. Dopo aver raccolto le candidature, si procederà a un sorteggio tramite un sistema di scelta random, per estrarre il nome di colui che proporrà la parola. Tale nome verrà comunicato in discussione e solo allora il candidato vincitore potrà rivelare la parola che ha scelto. Da questo momento, chiunque potrà scrivere un qualsiasi componimento che abbia come tema la parola di quel mese o anche una parola ripescata dai mesi precedenti, poiché tutte le parole di volta in volta sorteggiate saranno sempre valide per chi volesse ripescarle.
Pubblicazione di un testo.
Per avere la possibilità di pubblicare un testo bisogna essere “Autori”. Qualsiasi follower de Lo Scrittorio potrà diventare “Autore” seguendo le semplici istruzioni illustrate nella pagina Diventa Autore. Una volta divenuto “Autore”, all’utente basterà pubblicare un post destinato ad accogliere il corpo del testo e gli eventuali commenti degli altri partecipanti. Il titolo del post dovrà comprendere unicamente il titolo del racconto. Tutti gli autori sono pregati di usare correttamente le Categorie per rendere Lo Scrittorio un luogo ordinato munito di un archivio testi facilmente consultabile. Le Categorie disponibili sono raggruppate in tre filoni:

1.  Bacheca (solo una categoria, per raccogliere tutti i post pubblicati in questa sezione, vale a dire quei post che non contengono un componimento)
2.  Genere (da attribuire a qualsiasi componimento pubblicato), con quattro sottocategorie:
— Racconto
— Poesia
— Pièce
– Altro
3.  Parole di scrittorio (da attribuire anch’essa a qualsiasi componimento pubblicato, per indicare la parola del mese da cui si è tratta ispirazione – i numeri ndicano anno e mese di quella parola: YYMM), con una sottocategoria per ogni parola:
— …
— 1112 – Stereotipo
— 1201 – Ultimo
— 1202 – Menzogna
— 1203 – Piuma
— …

L’inserimento di categoria di Genere e Parola di Scrittorio è obbligatorio per qualsiasi pubblicazione. La scelta dei tag è invece a discrezione dell’autore per evidenziare alcuni aspetti della propria opera.

Si tratta di semplici regole per mantenere l’archivio ordinato.
Grazie e benvenuti ne Lo Scrittorio,
Porphydo