Chi siamo

Lo Scrittorio è nato nell’ottobre del 2009 all’interno di aNobii, come gruppo di discussione e (auto)critica letteraria. In tre anni è cresciuto molto, ha attraversato tante parole, ma non è mai cambiato: il suo nucleo è fatto, ancora oggi, di storie e impressioni di storie. Tutti quelli che vi hanno pubblicato un racconto o una poesia hanno imparato presto che da quel racconto o da quella poesia sarebbe potuto nascere un confronto talvolta profondo, talvolta acceso; un quotidiano scambio di opinioni o gusti; consigli e critiche, spesso dure, dolorose o esaltanti, sulle quali si è sempre costruito qualcosa. Si è costruito un modo di stare insieme nella scrittura. Lo Scrittorio che resta su aNobii è un archivio di parole e ispirazioni, con tutto ciò che la scrittura vi ha edificato intorno. Una versione beta di aNobii, che a quanto pare non prevede la presenza di gruppi di discussione, sostituirà a breve quella attuale. Significa che Lo Scrittorio anobiiano potrebbe essere costretto a chiudere ed è questo il principale motivo per cui si è deciso di traslocare in uno spazio indipendente.

“All’inizio ho pensato di lasciare tutto al caso, perché proprio non mi andava di subire le conseguenze dell’attaccamento morboso a un luogo, per di più virtuale. Mi sono detta che avrei lasciato perdere: se doveva chiudere che chiudesse pure, ci sarebbero stati altri luoghi e altre occasioni. Ma la verità è che Lo Scrittorio è ormai una parte di me e non voglio un altro luogo e non voglio altre persone. Voglio Lo Scrittoriodi tre anni fa, così com’era, così com’è tuttora, impregnato delle nostre parole. Ironia della sorte, qualche settimana fa, ancor prima di imbattermi nelle previsioni circa la versione beta, riflettevo sul fatto che Lo Scrittorio avrebbe meritato una maggiore autonomia, più spazio, più visibilità: avrebbe meritato di essere un luogo preciso e definito, aperto a tutti, e non una pagina chiusa in un sito di libri, mescolata a tante altre pagine chiuse in un sito di libri. Sostanzialmente invisibile dietro l’ombra della mole di aNobii. Avevo poi lasciato perdere questi pensieri, perché l’idea di dover riposizionare uno per uno i mattoncini di questo grande palazzo mi deprimeva. Mi deprime ancora adesso, ma ho deciso di provarci. Credo che questo posto valga qualcosa anche al di fuori di aNobii; credo che l’impegno di chi ci ha messo lavoro e passione possa avere un significato anche oltre i confini di un grande portale, anche senza il sostegno di un grande portale. E diventare un valore, un punto di riferimento serio e attivo, una vetrina. So bene che quel numero lì sopra a destra (2817 membri, in questo momento) non vale granché: siamo in dieci a scrivere, leggere, discutere. Non mi aspetto che 3000 persone si trasferiscano in massa su un blog piccolo e spoglio, ma se quelle dieci persone mettessero ciascuna un mattoncino potremmo insieme ricostruire il nostro Scrittorio.”

Porphydo
maggio 2012

Potete consultare una lista completa di tutti gli scritti pubblicati su aNobii visitando questa pagina.

Se volete scriverci, visitate la pagina Contatti.